Coltivare e regalare i tulipani: i fiori simbolo dell’Olanda | AllNewz.it
sabato , 25 gennaio 2020
Home / Casa e Ambiente / Coltivare e regalare i tulipani: i fiori simbolo dell’Olanda

Coltivare e regalare i tulipani: i fiori simbolo dell’Olanda

I tulipani sono i fiori primaverili per eccellenza; con i loro colori vivaci ravvivano giardini, terrazze e balconi dopo un freddo e grigio inverno.

I tulipani che vediamo e coltiviamo derivano da antenati selvatici originari d’Europa, soprattutto del bacino mediterraneo fino all’Asia Minore. Coltivati e apprezzati da secoli, i tulipani sono stati oggetti di numerose selezioni, che hanno privilegiato quelli dalla colorazione più bella.

Data la loro elegante bellezza, i tulipani sono tra i fiori più regalati. In questo articolo vedremo che significato assumono, se regalati, e come coltivarli.

Regalare i tulipani: cosa significa

L’usanza di regalare i tulipani all’amata ha origine nell’antica Persia; donando un tulipano si dichiarava di essere “infuocati d’amore”. Che dire di oggi? Cosa significa regalare dei tulipani?

Oggi, regalare un mazzo tulipani bianchi significa chiedere scusa, ma anche esprimere il rispetto che si nutre nei confronti di una persona. Questo fiore, infatti, di colore bianco, esprime la purezza, l’innocenza, il perdono e il rispetto. È, quindi, perfetto in occasione di un matrimonio.

Ben diverso è il significato dei tulipani viola. Questi, tinti del colore che per secoli è stato simbolo di nobiltà, raffigurano la regalità e la rinascita.

I tulipani rossi, invece, così come le rose rosse, sono considerati “fiamme di passione”. Esprimono un sentimento ardente, perfetto ed eterno come il grande amore.

Infine, i tulipani gialli hanno un significato che è variato nel tempo. Infatti, il significato del tulipano giallo si è evoluto da simbolo dell’amore senza speranza a quello di luminosità e sole. Pertanto, è il fiore perfetto per sorridere, in qualsiasi occasione felice.

Come coltivare al meglio i tulipani

I tulipani non sono molto esigenti. Non temono le malattie e non attirano i parassiti.

Anche se i loro bulbi si piantano da ottobre a dicembre, una messa a dimora precoce è preferibile per ottenere un radicamento più stabile e una migliore fioritura.

Questi fiori sono molto adattabili, perciò è possibile piantarli in vasi e fioriere. Comunque, se si preferisce questo tipo di piantagione, è meglio scegliere la varietà di tulipani a stelo corto e usare un terriccio ottenuto dall’unione di terra franca vegetale, sabbia grossolana e terriccio da piantagione.

I bulbi vanno piantati al sole o in zone poco ombreggiate e poco umide. Solitamente, è bene piantarli a gruppetti, distanziati l’uno dall’altro di una decina di centimetri. Trattandosi di fiori molto resistenti, i tulipani non necessitano di molte cure: vanno solo innaffiati nel caso di stagioni molto secche e liberati dai petali e dalle foglie secche.

Il tempo di fioritura dei fiori è quello che va da marzo a giugno, a seconda dell’esposizione solare e della varietà dei fiori; quindi non si deve preoccuparsi se non sbocciano immediatamente all’arrivo della stagione primaverile.

Check Also

Porte scorrevoli esterno, ecco quali sono caratteristiche e principali vantaggi

Tra le porte per interni maggiormente diffuse e apprezzate in commercio troviamo indubbiamente le porte ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *