Guida alle porte blindate: come sceglierle e cosa fare in caso di guasto | AllNewz.it
lunedì , 21 ottobre 2019
Home / Casa e Ambiente / Guida alle porte blindate: come sceglierle e cosa fare in caso di guasto

Guida alle porte blindate: come sceglierle e cosa fare in caso di guasto

Una delle vie di accesso preferite scelte dai ladri è proprio la porta. Sembra scontato, ma gli ingressi dalle finestre sono molti di meno rispetto alle infrazioni dell’entrata principale. Le cause sono facilmente individuabili: prima di tutto perché le finestre che si trovano ai piani superiori sono difficilmente raggiungibili e necessitano in ogni caso di attrezzatura aggiuntiva e scomoda, come scale, corde etc. Accedendo dall’esterno, inoltre, è più alto il rischio di essere scoperti e individuati.
Una porta su un pianerottolo buio e poco frequentato è invece la soluzione ottimale per qualsiasi malintenzionato, lontana da occhi indiscreti e spesso dotata di serrature vecchie e poco resistenti. Ecco perché è necessario dotare gli infissi delle giuste serrature ed essere pronti ad intervenire in caso di blocchi o rotture dei congegni. Avere sempre a portata di mano il numero del servizio di un fabbro a Milano urgente può fare la differenza.

Le porte blindate migliori: ogni abitazione ha la sua porta ideale

Per valutare quale porta sia la migliore, bisogna valutare ogni specifico caso, in base al posizionamento dell’ingresso, al tipo di sicurezza ricercato, e ovviamente all’ubicazione dell’immobile. Una porta all’interno di un condominio, già protetto con un portone di sicurezza e magari dotato di una portineria per controllare gli accessi, avrà esigenze diverse rispetto ad un’abitazione posta in periferia o in campagna, con ingresso isolato e priva di serrande o inferriate. Le porte blindate vengono suddivise in diverse classi antieffrazione, dalla classe 1 alla classe 6, in base al grado di resistenza che dimostrano ad un tentativo di effrazione.
Le porte blindate di grado 1 sono le meno resistenti, utilizzate generalmente per cantine e garage, mentre quelle di grado 6 sono quelle scelte da banche, oreficerie e altri ambienti a rischio, essendo in grado di resistere ad attacchi di professionisti dotati dei congegni più insidiosi, come trapani, seghe e grimaldelli. In mezzo ci sono centinaia di diversi modelli adatti davvero ad ogni esigenza, che variano per costi e caratteristiche tecniche.

Porte blindate: una grande varietà di personalizzazioni e serrature diverse. L’importante è affidarsi a un esperto

Oltre al modello vero e proprio della porta, ci sono poi vari accessori aggiuntivi con cui è possibile completarle. Spioncini, chiusure di sicurezza e perfino pannelli isolanti acustici e termici, per trasformare la propria abitazione in un ambiente ancora più tranquillo e senza dispersioni di calore. Per finire è necessario poi scegliere la serratura giusta.
Anche in questo caso le possibilità sono molteplici, e vanno valutate in base alle esigenze personali. Ecco perché affidarsi a un esperto è un passaggio fondamentale quando si tratta di installare la propria nuova porta blindata. Avere la garanzia che il nostro fabbro di fiducia sia anche disponibile a qualsiasi ora del giorno e della notte, nei giorni festivi, non solo di Domenica ma anche durante le maggiori festività dell’anno, completa il quadro di sicurezza della nostra abitazione. I guasti infatti possono verificarsi in ogni momento e la velocità di intervento diventa una priorità a cui non è possibile rinunciare.

Check Also

Infissi low-cost, ecco la soluzione migliore

Spesso si cade in errore associando il termine low-cost (che tradotto dall’inglese all’italiano significa a ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *