mercoledì , 27 luglio 2016
Home / Cinema e TV / Ridley Scott lavora a ALIEN: COVENANT, sequel di Prometheus
ALIEN COVENANT

Ridley Scott lavora a ALIEN: COVENANT, sequel di Prometheus

Ridley Scott sta lavorando all’attesissimo seguito di Prometheus: una notizia che farà sicuramente felici i fan della serie Alien, rimasti in sospeso dopo aver assistito ad una pellicola che ha diviso appassionati e critica. Il prequel della fortunata saga sci-fi, infatti, s’è fatto apprezzare per le magnifiche scenografie in puro stile scottiano, e per una trama in grado di tratteggiare un mondo tutto nuovo: al tempo stesso, però, i troppi punti rimasti in sospeso sulla vicenda degli Ingegneri, e sul famoso dialogo non sottotitolato in una delle scene decisive del film, ha spinto la critica ad accusare Ridley Scott di mancanza di idee. Evidentemente senza cognizione di causa, dato che Scott ha recentemente annunciato l’uscita di Alien: Convenant, il sequel ufficiale di Prometheus.

L’annuncio è arrivato sul finire del 2015, ed ha fatto tirare più di un sospiro di sollievo agli amanti della serie Alien: Scott, infatti, ha semplicemente preso del tempo per poter sviluppare l’idea di una serie di sequel che non rappresenteranno una mera operazione commerciale, quanto piuttosto il trait d’union fra l’universo di Prometheus e lo sviluppo di Alien. Un’operazione complessa, che ha richiesto del tempo per definire le sceneggiature e che giustifica un ritardo di circa 3 anni: le riprese di Covenant inizieranno a marzo di quest’anno, mentre il film dovrebbe uscire nelle sale americane a ottobre 2017. Durante tutto il tempo trascorso dall’uscita di Prometheus (2012) sono cambiate tante cose: innanzitutto è definitivamente saltato il piano della 20th Century Fox, che avrebbe preferito un copione diverso e separato dalla saga di Alien, con la volontà di affidarla ad un altro regista.

locandina prometheus

(la locandina del film Promtheus)

Ha prevalso la voglia di Ridley Scott di portare a compimento la storia della sua creazione più importante, anche per evitare un ulteriore tracollo del brand di Alien, già provato dal fallimento del 4 episodio e dagli spin-off con Predator: una scelta di marketing rivelatasi un fallimento.

Alien: Convenant andrà dunque a colmare alcune delle lacune lasciate da Prometheus, soprattutto in merito al pianeta d’origine degli Ingegneri e alla motivazione che li aveva spinti verso la volontà di distruggere la Terra con un’arma batteriologica, che sarebbe stata poi l’incubatrice del famosissimo Alien. Ritorneranno i due protagonisti sopravvissuti a Prometheus, Shaw (Noomi Rapace) e il cyborg (Michael Fassbender) e, stando alle voci di corridoio, esordirà sullo schermo anche una nuova razza aliena del tutto estranea ad Alien. Per arrivare al completamento del percorso che ha portato alla creazione degli alieni, però, occorrerà aspettare fino al 2020: secondo i piani di Scott, infatti, Covenant sarà il primo capitolo di una intrigante trilogia che svelerà ogni dettaglio sulla creazione di Alien.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *