giovedì , 8 dicembre 2016
Home / Salute / Anisocitosi: tutto quello che c’è da sapere su cause, sintomi e cura
anisocitosi globuli rossi

Anisocitosi: tutto quello che c’è da sapere su cause, sintomi e cura

Con la scoperta della medicina moderna, molte malattie del sangue sono emerse ai più. In questo caso non parliamo di malattia, bensì di un’anomalia dei globuli rossi: stiamo parlando dell’anisocitosi. Ecco che cosa è l’anisocitosi e come si cura.

Anisocitosi: cos’è?

L’ anisocitosi è un’anomalia del sangue, dovuta alla diversa grandezza dei globuli rossi. Quando le dimensioni delle cellule del sangue non hanno un’uniformità nella loro grandezza, si diagnostica questa anomalia. L’aumento dell’unità potrebbe anche indicare un’anemia. In base alla grandezza (si parla di macrociti quando i globuli rossi superano le dimensioni, mentre di microciti quando i globuli rossi sono di dimensioni inferiori) si ha l’anemia macrocitica o l’anemia microcitica.

Le cause dell’anisocitosi

Questa anomalia può essere determinata da diverse cause. Una su tutte è la carenza di ferro, ma anche l’anemia sideroblastica, che comprende alcune malattie del sangue, potrebbe essere uno dei motivi scatenanti. Un’altra causa può essere la carenza di vitamina A o la sindrome mielodisplastica, ovvero un gruppo di cause che può portare all’anisocitosi. Ma sono davvero tante le cause che possono portare a questa anomalia della grandezza dei globuli rossi.

I sintomi dell’ anisocitosi

Ma come fare per riconoscore l’anisocitosi? I sintomi che portano a questa anomalia sono diversi e molto comuni: spesso ci si sente stanchi e affaticati, soprattutto nelle prime ore del mattino, o si sente particolare affanno durante la pratica sportiva. Essendo una patologia dovuta al sangue si possono riscontrare viso e lingua pallidi. Ma anche un aumento del battito cardiaco potrebbe essere uno dei sintomi base. Bisogna dunque fare attenzione soprattutto se ciò si verifica in maniera ciclica ed anomala.

L’indice di anisocitosi

L’RDW (Red blood cells Distribution Width) è un indice che indica l’omogeneità del volume dei globuli rossi; viene solitamente misurato in percentuale e serve per capire se si hanno dei macrociti (dei globuli rossi superiori alle misure standard) o dei microciti (globuli rossi piccoli rispetto la misura media). Solo raramente si utilizzano unità assolute: questo vi indicherà il volume delle vostre cellule e capirete se il volume è più grande o più piccolo rispetto alla norma.

Le cure per l’anisocitosi

Al momento non ci sono rimedi o cure particolari per curare questo tipo di anomalia dei globuli rossi. Se nel caso il medico curante di base diagnostica una patologia, bisogna capire quali sono le cause che hanno portato alla non omogeneità della grandezza delle cellule del sangue. Non vi sono farmaci che possono curare questa anomalia e dunque bisogna intraprendere un percorso curativo per scovare le cause che hanno portato a ciò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *