I benefici dell'hennè sui capelli | AllNewz.it
domenica , 25 agosto 2019
Home / Salute / I benefici dell’hennè sui capelli
capelli

I benefici dell’hennè sui capelli

L’hennè, il cui nome scientifico è “Lawsonia Inermis”, è un arbusto spinoso che viene impiegato per produrre tatuaggi temporanei su piedi e mani, colorare tessuti e tingere, in modo particolare e naturale i capelli, creando riflessi rossi.

Il tutto si riesce a sviluppare grazie una polvere giallo verdastra che si ricava dall’essiccazione e macinazione dei rami e delle foglie della frutice in questione che, certamente produce una valida alternativa alla tintura classica, soprattutto dei capelli.

Bisogna sapere che l’hennè, da non confondere con altre piante come l’indigo e la cassia, malgrado sia una sostanza naturale non dannosa per i capelli, a seguito del suo utilizzo potrebbe rendere la chioma leggermente secca, conseguenza che non deve assolutamente preoccupare perché va via dopo un paio di lavaggi e crea, infine una capigliatura più luminosa e sana.
Quando si compra la Lawsonia Inermis si deve fare molta attenzione in modo da prediligere solo composti non scadenti e privi di sostanze chimiche nocive, come i sali metallici che, addizionati a quel che è oggetto d’argomento, sviluppano composti pregiudizievoli alla salute di chi li usa.

Quando la Lawsonia Inermis si applica sui capelli li colora con una tinteggiatura che, seguendo il grafico illustrativo dello spettro dei colori, comprende il rosso/arancio che si può variare con le calde tonalità ramate ed aranciate e con quelle più fredde che si avvicinano alla gradazione ciliegia o rosso mogano.

Come si è scritto inizialmente l’hennè è una alternativa valida alle tinture chimiche che tendono a sfibrare i capelli.
Difatti, quando si utilizza la Lawsonia Inermis la capigliatura ottiene molteplici benefici, evidenziati perfettamente dal suo aspetto che, di certo non risulta estenuato, ma lucido, rinforzato, più voluminoso, corposo e sano.

Questo perché l’hennè non aggredisce le molecole della capigliatura, ma tinteggia tono su tono e stratifica il capello, in modo da produrre una vera e propria pellicola che, non sostituendosi, si aggiunge alla nuance di base.

A tal punto si può ben sottolineare che l’uso dell’hennè sui capelli:

  • assicura una capigliatura più robusta e voluminosa;
  • dona alla stessa una straordinaria lucentezza e resistenza agli agenti esterni;
  • elimina le doppie punte e la produzione di forfora;
  • diminuisce il crespo;
  • rinforza e disciplina i capelli;
  • normalizza la formazione del sebo.

Inoltre, l’hennè è l’unica erba colorante che riesce a coprire perfettamente i capelli bianchi, per il suo filmante effetto che crea sull’intera chioma.

Infatti, quando si usano le sostanze naturali diverse dalla Lawsonia Inermis, sulla capigliatura priva di colore, non solo non la tinteggiano ma sviluppano, nella stessa stravaganti sfumature come quelle violetto o blu.

Mentre la colorazione finale, particolorarmente coprente dell’hennè, come si è già scritto, non è uguale per tutti perchè dipende dalla nuance di base dei capelli di ognuno.
Difatti, su quella chiara si ottengono delle tinte ramate o arancio e su quella scura rosso più scuro, dopo aver effettuato più applicazioni.

Check Also

svegliarsi la mattina

3 metodi per svegliarsi pieni di energia

Alzarsi dal letto, si sa, è molto faticoso. Capitano giorni in cui interrompere il riposo ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *