Come caricare la batteria di un drone | AllNewz.it
sabato , 20 aprile 2019
Home / Tempo libero / Come caricare la batteria di un drone
drone

Come caricare la batteria di un drone

Tra le innovazioni tecnologiche del momento c’è sicuramente il drone, un dispositivo che negli ultimi anni è diventato sempre più diffuso e utilizzato. Nato come strumento utilizzato in ambito militare per controllare obiettivi strategici e per bombardare il nemico, il drone è ormai utilizzato da milioni di persone in tutto il mondo. Piccoli elicotteri radiocomandati, disponibili in molti formati e tipologie che vengono utilizzati per gioco, per registrare bellissimi video aerei o anche dai fotografi e videomatori o per rilevamenti aerei. Tra i più comuni ci sono i droni RPA detti anche “Remote Piloted Aircraft” o gli UAV “Unmanned Aerial Vehicle”.

Un elemento indispensabile per il funzionamento di questi droni sono certamente le batterie, che consentono di volare per un determinato tempo grazie ad una carica di corrente accumulata da batterie ricaricabili. Spesso però, è proprio questo uno dei punti deboli di questi dispositivi. La durata della carica ci può costringere ad utilizzare il drone per un tempo limitato, a meno che non disponiamo di batterie di riserva che possiamo caricare e sostituire velocemente. Ma come si fa a caricare la batteria di un drone?
Partiamo dal presupposto che, in genere questi droni hanno delle batterie che vengono chiamate LiPo o Li-Poly, che hanno un accumulatore a Litio Ione Polimero con cui si caricano le batterie. Senza questa tecnologia i droni domestici ma anche gli aeromodelli più sviluppati che funzionano a propulsione elettrica, non potrebbero volare e registrare video.
Queste batterie sono in genere sottili e di forma rettangolare, e sono cablate sia nel polo positivo che negativo. Sono costituite da celle che contengono sostanze chimiche e possono raggiungere una tensione di 4,2 Volt. Sono veramente molto efficaci dal punto di vista elettrico, ma bisogna fare attenzione ad utilizzarle e a caricarle perché, se gestite male, possono essere pericolose e trasformarsi in bombe incendiarie.

Per caricare le batterie del drone è bene seguire alcuni punti importanti:
Utilizzare sempre e solo caricabatterie approvati per la tipologia LiPo e assicurarsi di non caricare le batterie con un programma diverso, tipo quello per batterie NICad i NiM. Il primo consiglio è sempre quello di caricare le batterie in un luogo ventilato. Accertatevi sempre che sul display del caricabatterie sia presente il numero di celle della batteria ed evitate di lasciare incustodite le batterie quando effettuate una ricarica. Bisogna fare sempre attenzione di isolare il caricatore da altri materiali che si possono incendiare. La carica, inoltre, non deve mai essere superiore quella necessaria al caricamento. In genere è bene ricaricare ad 1C per non danneggiare la batteria e consentire una vita più lunga alla batteria stessa. Nel caso in cui la batteria dovesse gonfiarsi, evitare di fare buchi e tenerla sotto controllo e staccata per 20-30 minuti prima di riprovare a caricarla. Infine, attenzione ai crash del drone. Nel caso di incidenti e crash del dispositivo è sempre meglio staccare la batteria e tenerla sotto osservazione prima di riprendere ad utilizzarlo.

Check Also

scatola di cartone

Spedizioni e imballaggio: come farlo

Spesso molti sottovalutano l’importanza di un buon imballaggio quando devono fare una spedizione. Tuttavia, quando ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *