È l’India il Paese più popoloso al mondo | AllNewz.it
giovedì , 14 dicembre 2017
Home / Viaggi e Turismo / È l’India il Paese più popoloso al mondo
shankara

È l’India il Paese più popoloso al mondo

È l’India il Paese più popoloso al mondo. Il sorpasso ai danni della Cina è recentissimo ma è già destinato a segnare un evento storico. Gli abitanti dell’India, infatti, sono un miliardo e 330mila, mentre in Cina vivono “solo” 290 milioni di persone.

La politica del figlio unico rallenta il Dragone

La causa di questo storico sorpasso potrebbe essere la politica del figlio unico che ha caratterizzato la Cina fino al 2015. Nata come risposta socialmente sostenibile alla crescita demografica, questa politica avrebbe infatti finito con il favorire lo storico sorpasso. Nel 2015, solo un anno e mezzo fa, la Cina ha cambiato regole ma, secondo alcuni, si tratterebbe di una rivoluzione a metà. Niente più politica del figlio unico, è vero, ma la liberalizzazione delle nascite interessa soltanto il secondo figlio. Paradossalmente anche il Dragone si trova a fare i conti con l’invecchiamento della popolazione e studia una strada per incrementare le nascite, dopo decenni passati a controllarle. Secondo i calcoli della Commissione nazionale di Sanità e pianificazione familiare, come riporta il quotidiano Il Giornale, “la Cina raggiungerà il miliardo e 450 milioni di abitanti tra 13 anni, nel 2030. Ma da lì in poi sarà l’inizio della fine: non si crescerà più. La popolazione riscenderà a un miliardo e 400 milioni di persone nel 2050, per poi ridursi addirittura al miliardo e 100 milioni nel 2100”.

India in crescita

Molto diversa, invece, la situazione nell’altro Paese asiatico che si caratterizza per un’importante crescita economica, accompagnata questa volta da quella demografica. In India nascono tanti bambini e il Paese guadagna così la palma di più popoloso al mondo. Demografia favorevole e consumi, d’altra parte, rappresentano i pilastri della crescita economia indiana e in prospettiva l’andamento di entrambi è molto favorevole.

India, un Paese dal fascino irresistibile

A incrementare il numero della popolazione indiana non è solo la demografia. In minima parte, infatti, contribuiscono anche i tanti Occidentali che hanno scelto, per ragioni diverse, di trasferirsi nel Paese. Tra tutti quelli Orientali, infatti, l’India rappresenta una delle scelte più frequenti per un radicale cambio di vita. La sua cultura millenaria, il suo stile di vita, la sua attenzione al benessere dell’anima, infatti, rapiscono l’attenzione di un numero crescente di persone, pronte a cambiare vita.

Tour dell’anima

Non sempre, però, pur spinti dalla passione, si è pronti a un cambiamento così radicale. Crescono, allora, i numeri dei tour operator che promuovono veri e propri viaggi per ritrovare se stessi. Destinazione: India. Si tratta di percorsi benessere, della durata di un paio di settimane, basati su yoga e meditazione. Un’occasione per allontanarsi dal caos e dalle negatività della vita cittadina e riscoprire il contatto con se stessi e con la natura. E dove se non nella patria della meditazione, dell’induismo e dello yoga?

L’induismo e la meditazione

È proprio l’induismo, infatti, ad avvicinare un numero crescente di persone alla meditazione. In realtà spesso il processo è inverso, ci si avvicina prima allo yoga e alla meditazione per poi arrivare ad approfondire la conoscenza di questa religione, basata proprio su questi pilastri. Si pensi solo alla profondità dell’Om NamahShivaya, di cui è possibile sapere di più consultando il portale Shankara.it. Di cosa si tratta? Del mantra più famoso, quello che ha un effetto molto potente su diversi livelli della coscienza se ascoltato e assimilato adeguatamente. Il portale spiega, ad esempio, che “Shiva significa ciò che è innocente, benefico, bello, trascendente, assoluto. Il canto di questo mantra unisce ikosha o livelli differenti del nostro essere ed eleva le qualità di Shiva in noi. Esso ha l’effetto di acquietare la mente e così è anche un buon modo per prepararsi per la meditazione”.

Check Also

mappa

Quali città italiane visitare per le vacanze di Pasqua 2018?: ecco alcuni consigli

Organizzare le proprie vacanze in netto anticipo permette di poter valutare meglio le diverse offerte, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *