giovedì , 19 ottobre 2017
Home / Web e tecnologia / Cos’è un poke su Facebook
facebook

Cos’è un poke su Facebook

Facebook, fondata nel 2004 da Mark Zuckenberg, è ormai considerata una delle piattaforma più visitate al mondo, assieme a Google e Youtube. Nonostante molti di noi utilizzino quotidianamente Facebook per interagire con amici o per trascorrere del tempo, alcune funzionalità della piattaforma restano sconosciute. Una delle funzionalità più misteriose di Facebook è il poke. A chiunque sarà capitato, almeno una volta, di riceverne uno, ma pochi ne conoscono il reale funzionamento. Cerchiamo dunque di comprendere cos’è un poke ed a cosa serve.

Partendo dal presupposto che in pochi ne conoscono l’esistenza, il poke potrebbe magari apparire come uno strumento complesso e di difficile utilizzo. In realtà non è così.
In inglese il termine poke equivale alla parola colpire. Nel contesto di Facebook serve a contattare una persona non presente nella propria lista di amici. Se il ricevente del poke risponde positivamente, inviando un poke back, è possibile avere accesso ai rispettivi profili per un periodo di sette giorni, in cui magari decidere se stringere amicizia o meno.
Se inviato ad una persona presente tra gli amici, il poke equivale ad uno strumento per inviare un messaggio silenzioso. Un modo per far sentire la propria presenza in maniera poco invadente.
Ma come è possibile inviare un poke su Facebook? E’ così complesso come sembra? Per prima cosa, è necessario accedere al profilo dell’utente a cui si desidera inviare il poke. Arrivati a questo punto, cliccando sull’icona raffigurante un ingranaggio, ( che equivale al menù delle opzioni) bisognerà cliccare su Poke.
Dopo l’invio del poke apparirà una finestra che ci comunicherà che l’invio è andato a buon fine e la persona ha ricevuto correttamente il poke.

A questo punto l’utente ricevente potrà decidere di rifiutare o accettare il poke. Nel primo caso cliccherà sul simbolo X presente accanto alla scritta poke back. Se invece intende accettarlo cliccherà su poke back. In questo caso, 02 avendo accesso ai contenuti pubblicati, come accade con le persone presenti tra gli amici.
Ma perché è stato creato il poke e quale bisogno soddisfa? Molti di voi potrebbero pensare che sia uno strumento poco utile ma, in realtà, risulta indicato in alcuni e specifici casi. Se si è alla ricerca di una persona con cui non si hanno contatti da molto tempo e che non si è in grado di riconoscere facilmente dalla foto profilo, può essere utile inviare un poke. In questo modo viene scongiurato il rischio di essere bloccati per aver inviato una richiesta d’amicizia ad una persona sconosciuta.

Check Also

hard disk 12 tera

Elio e 12 TB di capienza, ecco il nuovo modello della Western Digital Corp

Dopo mesi di attese e annunci, arriva finalmente il primo modello di hard disk da 12 ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *