giovedì , 19 ottobre 2017
Home / Web e tecnologia / Nella vita degli italiani c’è sempre più Internet
internet

Nella vita degli italiani c’è sempre più Internet

Indicatori sempre più positivi: anche l’ultimo rapporto Censis sull’utilizzo di Internet in Italia vira decisamente verso il segno più su tutti i punti presi in esame, dal numero di naviganti alle ore passate online. L’idillio sembra essere dunque in continua crescita, grazie anche agli smartphone e ai dispositivi mobile.

Un idillio che continua

In particolare, la consueta indagine annuale del Censis sulle abitudini digitali degli italiani rivela che la Rete è ormai parte integrante nella vita dei nostri connazionali, consolidando con numeri e fondamenta scientifiche quello che poteva sembrare solo una intuizione. Che siano adulti o giovani, oggi sempre più persone in Italia si connettono ad Internet, spinte dalle motivazioni più varie, che vanno da semplici questioni di praticità ad articolate motivazioni di carattere sociale, con un immediato risparmio economico e di tempo nell’esecuzione di molti (tanti) impegni quotidiani.

Sempre più italiani online

Grazie anche alla diffusione di abbonamenti “alternativi” ai classici operatori del settore, come le connessioni a banda larga proposte da Eolo che consentono di utilizzare Internet senza linea telefonica, il numero complessivo di italiani connessi alla rete è salito alla fine del 2016 al 78% del totale della popolazione presa in esame (ovvero, quella compresa tra i fra i 16 e i 65 anni); tradotto in altri termini, significa che ci sono circa 39 milioni di nostri connazionali che risultato attivi sul Web, un dato superiore del 4% rispetto a quello dell’anno precedente.

Lo smartphone mette la freccia

Tra le nuove tendenze, si nota una forte diminuzione (pari al 14%) di quanti si servono del computer per navigare, mentre al contrario sale con grande forza la percentuale di persone che utilizzano altri device: per la precisione, lo smartphone fa segnare un più 44% di accessi, i tablet si fermano a +8, e aumenta pure il numero di chi usa dispositivi come console o smart TV, in salita del 24%. A livello assoluto, l’Italia si riscopre terzo Paese al mondo per accessi a Internet via mobile, una scelta compiuta dall’85% della popolazione, che gradisce la possibilità di fruire contenuti grazie al mobile.

Un popolo social

Gli italiani sono più presenti anche online: le persone che usano i social media sono l’11% in più dell’anno precedente, e gli utenti che accedono a queste piattaforme da dispositivi mobile aumentano nello specifico del 17%. Oggi, il 52% degli utenti italiani accede almeno una volta al mese a piattaforme social, rispetto a una media globale del 37%; in particolare, è Facebook a fare la parte del leone, visto che il 74% degli italiani utilizza quotidianamente il social creato da Mark Zuckerberg, mentre nel complesso i nostri utenti online si concentrano su poche piattaforme ma con maggiore frequenza.

Le tendenze degli italiani online

Inoltre, un italiano su tre dichiara di guardare video online almeno una volta al giorno, mentre più della metà dei naviganti tricolore utilizza applicazioni di instant messaging, anche dai propri dispositivi mobile. Sempre sul fronte social e condivisione, è interessante analizzare l’interazione con i brand sui social network: in Italia, infatti, un utente su cinque ricerca il contatto con le varie aziende grazie ai social network, un fattore che impone dunque agli imprenditori di intercettare la tendenza per costruire un’efficace brand strategy.

Lavorare per lo sviluppo dell’ecommerce

Più lenta invece l’evoluzione dell’ecommerce nel nostro Paese, ma gli esperti spiegano come il ritardo rispetto alla diffusione presente in altri mercati europei e internazionali sia una eredità del decennio scorso, e derivi in particolare dalla scarsa penetrazione della banda larga, visto che velocità di connessione ed e-commerce hanno una relazione diretta. Altri fattori del gap sono la mancanza di adeguati strumenti di pagamento e di logistica e la scarsa informazione intorno all’ e-commerce, che hanno freddato e rallentato la propensione del consumatore.

Check Also

facebook

Cos’è un poke su Facebook

Facebook, fondata nel 2004 da Mark Zuckenberg, è ormai considerata una delle piattaforma più visitate ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *