Perchè il social media marketing potrebbe non funzionare? | AllNewz.it
sabato , 19 settembre 2020
Home / Web e tecnologia / Perchè il social media marketing potrebbe non funzionare?

Perchè il social media marketing potrebbe non funzionare?

Tutti ormai siamo sui social network: da voi al vostro vicino di casa, dalla mamma all’azienda per cui lavorate. Siamo su Facebook, su Twitter, su Linkedin, su Pinterest, su Instagram, su Google Plus. Ognuno di noi ha le sue ragioni per esserci: per stare tra amici, per fare nuove amicizie, per lavoro, per curiosità.

Tra tutti noi, le aziende hanno scelto i social network con grandi aspettative, sperando di incrementare il loro business. Ma cosa succede se la presenza della vostra azienda sui social network non porta profitto? Cosa non funziona?

Ecco i principali motivi per la maggior parte dei professionisti, delle aziende e dei brand non riescono a usare i social media per migliorare il loro business.

Se vuoi competere su Facebook, devi pagare

È finita l’era in cui era facile aumentare i propri fan e l’engagement della propria pagina senza spendere in pubblicità: solo nel 2014 Facebook ha guadagnato quasi 12,5 miliardi dollari di fatturato quasi esclusivamente dalla pubblicità sul proprio sito. In coincidenza con questo massiccio aumento di investimenti sulle inserzioni,  il traffico organico è diminuito.

Sappiamo che quello che conta in una buona strategia di social media marketing è la qualità dei contenuti, ma non bisogna dimenticare che per avere visibilità bisogna anche investire in pubblicità: questo è particolarmente vero se tra i vostri obiettivi ci sono anche le vendite di prodotti e servizi.

Anche un piccolo budget può creare enorme ritorno su Facebook se sostiene una buona campagna pubblicitaria.

Old marketing sui social network

La maggior parte degli imprenditori fa l’errore di pensare che i social media è solo uno strumento semplice e veloce per farsi conoscere ad un gran numero di potenziali clienti. Pensa in sostanza di poter utilizzare Facebook, Twitter e tutto il resto allo stesso modo in cui per anni ha utilizzato i comunicati stampa, le email, lo spot radio, ecc.

Ricordate l’outbound marketing? Molte aziende credono ancora di poter utilizzare i social network “alla vecchia maniera”, dimenticando che la comunicazione su questi canali è essenzialmente “conversazione”.

Per vincere sul marketing con i social media è necessario attrarre gli utenti a voi, tramite contenuti (testo, immagini, video, ecc) di qualità.

Non essere utili

Uno dei modi migliori per attrarre potenziali clienti sui social media è quello di essere utile per la community di riferimento: non cercate di vender loro subito qualcosa, ma provate a capire quello di cui hanno bisogno.

Facciamo un esempio con uno dei nostri partner, il brand Suavinex, produttore di articoli dedicati ai bambini 0-3 anni e alle mamme. Suavinex ha realizzato un blog di riferimento per la community dei genitori, Il Club delle mamme felici. Questa community trova spazio soprattutto sui social network, dove il dialogo con le mamme e i papà è sempre vivo. In questo modo i potenziali clienti riconoscono in Suavinex un punto di riferimento importante sulle tematiche della genitorialità e sentono di poter affidare al marchio la propria fiducia.

Non cercate di essere ovunque

I primi 10 siti di social media hanno circa 2,2 miliardi di visitatori unici mensili. Allettante, vero? Ma ogni social network implica un dispendio di energie e denaro: cercate di capire in quale social network si riuniscono i vostri clienti ideali e investite in quello.

Siate autentici

Molte aziende cercano di seguire le “tendenze”, ma spesso perdono di vista la loro autenticità e essenza: cercano di utilizzare i contenuti più virali – già, i famosi gattini! – e di copiare da altri brand.

La realtà è che sui social network è importante instaurare un rapporto di fiducia:  per questo è sufficiente essere autentici e fornire contenuti di alta qualità in modo coerente con la propria filosofia.

Check Also

vendita

Amazon Go: cos’è e come funziona

Rivoluzione. Questa è la parola d’ordine quando si parla di tecnologia. Tutti sappiamo, infatti quanto ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *