Come vendere online: il report di Facebook sui nuovi trend | AllNewz.it
lunedì , 2 agosto 2021
Home / Economia e Fisco / Come vendere online: il report di Facebook sui nuovi trend

Come vendere online: il report di Facebook sui nuovi trend

La pandemia da coronavirus ha modificato le abitudini di ognuno di noi in ogni ambito di vita quotidiana. Anche lo shopping è rimasto influenzato dalla routine imposta ai consumatori dal covid e in tal senso Facebook  ci ha fornito un report dettagliato sulle nuove esigenze dei consumatori.

Infatti se inizialmente lo shopping online è stata l’unica modalità di acquisto possibile per una grande fascia di beni, dopo la fine del lockdown i consumatori hanno mantenuto viva tale pratica, dando maggior valore alle piattaforme di acquisto online. In questo articolo andremo ad analizzare le importanti informazioni che Facebook ci ha fornito nel suo ultimo rapporto sui nuovi trend di acquisto: se sei un marketer in erba o un imprenditore (digitale e non) ti consigliamo di seguirci fino alla fine dell’articolo, ne varrà la pena.

Lo shopping in live streaming e altri formati di successo

L’attenzione del report di Facebook si è concentrata sui formati digitali più adatti per la vendita online. In particolar modo è stato visto come formati quali lo shopping in live streaming e i contenuti video la facciano da padrone nel campo delle vendite, gli analisti del Social Network per eccellenza, sono infatti sicuro che il futuro degli acquisti online si incentrerà sui contenuti video, soprattutto in modalità live.

A favorire tali tipologie di formati saranno la comodità e la facilità di uso: basteranno infatti pochi clic per garantire al cliente di acquistare il prodotto desiderato, senza ulteriori passaggi o intoppi. Inoltre il successo dei formati di shopping in live streaming consiste nella possibilità fornita all’utente di interagire in tempo reale col venditore del prodotto, senza filtri, con un coinvolgimento diretto.

Questi formati diventeranno sempre più presenti sulle piattaforme di vendite online e, già attualmente hanno importante rilevanza su piattaforme come TikTok e la stessa Facebook.
Coinvolgere, coinvolgere, coinvolgere: questo è il mantra per i marketers del presente e del futuro.

La brand loyalty è in calo

Un altro dato che sconvolgerà gli operatori del marketing digitale riguarda la fedeltà dei consumatori al marchio, detta in gergo “brand loyalty”. Dal report che Facebook ha condiviso di recente risulta che soltanto l’8% dei consumatori si ritengono altamente fedeli ai propri marchi preferiti, questo sta a significare una maggiore elasticità del pubblico nelle scelte dei prodotti.

Tutti i brand, dal più piccolo al più grande, non potranno dormire sonni tranquilli e aspettare che i clienti di lunga data continuino ciclicamente il loro rapporto col marchio. Da queste considerazioni deriva un’importante operazione di ricalcolo del valore del cliente nel tempo (il cd. “life time value”) legato ai singoli clienti e la necessità dei marketers di trovare nuove strategie per aumentare la brand loyalty dei clienti del marchio.

Come mantenere alta la brand loyalty

Ecco alcuni consigli per mantenere alta la brand loyalty, alla luce delle ultime indagini:

  • creare esperienze memorabili e immersive;
  • rispettare i tempi e le abitudini dei consumatori;
  • aumentare la qualità dei prodotti e dell’esperienza d’acquisto;
  • condividere i valori del brand e costruire un rapporto di fiducia col consumatore;
  • ripensare i prodotti e concepirli in nuove vesti.

Alla luce di quanto visto, occorre che i marketers e gli imprenditori digitali si mettano al lavoro per soddisfare le nuove esigenze dei clienti: solo così potranno ottenere ancora ottimi risultati.

 

 

 

Check Also

Cashback: sospensione o addio? La scelta di Draghi

Il nuovo premier Mario Draghi sta mostrando evidenti segni di discontinuità dal suo predecessore, l’avvocato ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *